Via San Vito, 200 - Tito

Potenza - ITALY IT

info@worldnetexchange.eu

+39 347 6996574

Project & activities

International Association

Disneyland Paris è una delle attrazioni più popolari di tutta Europa

Spero solo che non si perda di vista una cosa, e cioè che è tutto cominciato con un topo.” (Walt Disney)

Il 12 aprile 1992 Disneyland Paris apriva le porte al pubblico per la prima volta.

Da allora il parco Disney è diventata la prima destinazione turistica europea con 15 milioni di visitatori ogni anno (320 milioni dal 1992 ad oggi).

Scopriamo insieme tutte le curiosità su Disneyland Paris!

1) IL CLUB 33

All’interno del parco c’è un club segreto, il Club 33, al quale possono accedere solo pochi eletti in possesso della Platinum Disney Membership, che costa ben 12 mila euro l’anno (senza contare la quota iniziale di ammissione di 25 mila dollari.). Qui gli ospiti speciali possono sfuggire dalla folla e rifugiarsi nell’unico locale del parco che serve super alcolici e gustarsi una cucina a cinque stelle. Senza contare che c’è la possibilità di incontrare personaggi del calibro di Elton John e Tom Hanks. 

2) ILLUSIONI

Il castello è stato creato utilizzando la tecnica della “forced perspective“, in modo da farlo apparire più grande di quanto non sia realmente. Le facciate che si trovano sulla Main Street sembrano via via più grandi man mano che si cammina verso il basso, cosicché il fiabesco castello appaia sempre più lontano ma anche sempre più grande.  

4) MI È SEMBLATO DI VEDERE UN GATTO

Non è per niente facile riuscire a vederne uno, ma il parco vanta al suo interno un’ampia comunità di gatti, utilizzati per tenere lontani i roditori (Mickey Mouse, ti conviene stare attento). 

5) EURODISNEY, CHE NOIA!

Disneyland Paris doveva inizialmente chiamarsi EuroDisney, e in effetti, per un breve periodo di tempo, così è stato. Tuttavia, in seguito ad un’accurata ricerca, il nome venne giudicato troppo noioso e banale dalla popolazione europea. Gli americani, invece, sembravano adorarlo!

6) TUNNEL SOTTERRANEI

Spesso coloro che lavorano all’interno del parco si ritrovano a dover passare da un luogo ad un altro in pochissimo tempo, ma con la folla di turisti diventa molto difficile e rischierebbero di non arrivare mai in tempo alla partecipazione, per esempio, di una parata. Ecco quindi che è stata costruita una rete di tunnel sotterranei per risolvere questo problema. Questo enorme network di tunnel è stato ovviamente creato sottoterra in modo da non “rovinare” la magica atmosfera Disney. 

9) LA LOCATION ORIGINALE NON DOVEVA ESSERE PARIGI

Inizialmente, Disneyland si sarebbe dovuto trovare vicino al Mar Mediterraneo, luogo prediletto per via del suo clima mite e simile a quello della Florida e della California. Tuttavia, alla fine Parigi ebbe la meglio, perché, a quanto pare, facilmente raggiungibile in auto e soprattutto da milioni di persone grazie a un efficiente collegamento aeroportuale. 

10) CHI È LA PIÙ BELLA DEL REAME?

Vi siete addentrati all’intero dell’attrazione Biancaneve e i sette nani e vi siete sentiti osservati? Di certo non è stato un caso. Ogni 30 secondi, spunta da una finestra il volto malefico della strega che ha avvelenato Biancaneve. 

11) BARBER SHOP

Appena varcate le soglie del parcoMain Street ci invade con la sua maestosa bellezza e la sua gioiosa musica: oltre ai numerosi negozi, ristoranti, bar e boutique è presente un Barber Shop, un tributo che Walt stesso ha voluto fare al padre che era, appunto, un barbiere. Nota patriottica, il barbiere è italiano! All’interno del negozio è presente anche un telefono d’epoca: sollevando la cornetta si potranno udire le conversazioni segrete degli abitanti di Main Street!

12)Il NEGOZIO FATATO

Fantasyland esiste una boutique chiamata “La Confiserie des Trois Fées” all’interno della quale è possibile trovare, oltre che fantastici e deliziosi dolcetti, anche le tre fatine del classico Disney “La Bella Addormentata nel Bosco” Flora, Fauna e Serenella che volano (letteralmente) sopra il caminetto!

13) VIETATO L’USO DEL FLASH, MA NON PER QUESTA VOLTA.

All’interno del maestoso castello della Bella Addormentata, tra le coloratissime vetrate e gli  arazzi, tutti avranno notato il corvaccio nero fido aiutante di Malefica, ma pochi sanno che, scattando una foto con il flash, i suoi occhi si illuminano di un spaventoso rosso acceso!

14) COLONNE SONORE ORIGINALI.

Le colonne sonore delle attrazioni di Fantasyland erano originariamente registrate nel linguaggio nativo del personaggio a cui facevano riferimento: Pinocchio era in italiano, Peter Pan in inglese, Biancaneve in tedesco e così via. A causa delle proteste dei guest francesi le colonne sonore sono state inserite tutte in francese.

15) IL TRATTORE DI FRONTIERLAND.

Frontierland nasconde una curiosità molto romantica. Il trattore “Big Thunder Mining Company” non è una copia, ma un trattore reale che apparteneva a una coppia di vecchi contadini americani: la coppia ha accettato di cederlo al parco in cambio di soldi con cui il marito ha finalmente potuto acquistare l’anello di fidanzamento che, all’epoca, non aveva potuto regalare alla moglie prima del matrimonio!

16) LA LUCE DEL CASTELLO.

Se si presta attenzione al castello della Bella Addormentata durante le ore notturne e serali, si potrà notare una finestrella illuminata da cui proviene una luce che sembra essere una candela accesa: questa finestra appartiene alla camera della principessa Aurora.

17) IL DRAGO DEL CASTELLO.

Nelle segrete del castello della Bella Addormentata è presente un drago che, in apparenza, potrebbe sembrare Malefica, uno dei villain più amati del mondo Disney. Tutti sanno infatti che, nel cartone animato, Malefica possiede il potere di trasformarsi in un drago, potere con cui la strega affronta il principe Filippo: sarebbe quindi facile supporre che il drago delle segrete altri non sia che Malefica stessa! La realtà è ben diversa: secondo fonti ufficiali infatti si tratterrebbe di un dragone maschio generato da Merlino!

18) LA VETRINA DEL 1992.

Ed eccoci giunti all’ultimo segreto, uno dei più curiosi, strettamente legati al tema del 25esimo Anniversario. A Discoveryland, sul lato sinistro della boutique “Constellation” vicino all’attrazione “Buzzlightyear Laser Blast”, si nasconde una vetrina che è rimasta inalterata dalla data di apertura del parco nel 1992. Un luogo in cui il tempo si è (letteralmente) fermato.

admin

NomeEmail

Lascia un commento

Facebook
Twitter
Visit Us
YouTube