Corso di primo soccorso

Il giorno 8 Novembre 2017 l’associazione Worldnet ha aperto le sue porte al primo corso di primo soccorso, curato da Gerardo Sarli.

Durante tutto il giorno i partecipanti hanno appreso le regole fondamentali SALVAVITA (rianimazione cardi-polmonare, disostruzione delle vie aeree, arresto di un’emorragia), attraverso slide e video interattivi.

I temi principali di questo corso erano:

rianimazione neonatale e cardiaca
  • respirazione artificiale
  • rianimazione neonatale
  • uso del defibrillatore
  • manovre antisoffocamento
  • rianimazione cardiaca

 

 

 

Al termine della giornata i partecipanti hanno  effettuato un questionario al fine di ottenere l’attestato che gli permette di operare sul campo.

I partecipanti alle prese con il questionario finale

 

Sapere di primo soccorso è estremamente importante, poichè può capitare a chiunque di ritrovarsi in una situazione di pericolo e in alcuni casi anche di vita o di morte.

Per questo motivo la CROCE ROSSA ITALIANA organizza ogni anno corsi di formazione, per permettere a tutti di essere utili nelle situazioni più disparate.

Da quest’anno inoltre, anche molte scuole si adopereranno per fare questi corsi agli alunni:

Come si legge nell’articolo di seguito riportato, l’inziativa partirà in alcune province italiane per poi estendersi su tutto il territorio nazionale.

“LEZIONI di primo soccorso nelle classi italiane. Gli studenti di 13 province, infatti, impareranno a scuola come salvare una vita, riconoscendo le situazioni di pericolo e quelle che richiedono l’intervento di un adulto o dell’ambulanza, ma anche a usare un defibrillatore, a fare un massaggio cardiaco e le manovre antisoffocamento.

Il tutto grazie a un’iniziativa del Miur, il ministero dell’Istruzione e della Ricerca con a capo Valeria Fedeli. Ed è stata proprio la ministra con Mario Balzanelli, presidente della Sis 118 (Società italiana sistema 118) il presidente della Federazione italiana di cardiologia, Francesco Fedele, a presentare il percorso formativo “Primo soccorso a scuola”, realizzato non solo dal dicastero dell’Istruzione ma anche da quello della Salute.

Il progetto, nato grazie al comma 10 dell’articolo 1 della “Buona Scuola”, partirà in via sperimentale a febbraio 2018 e coinvolgerà alunni dalla scuola dell’Infanzia fino alle Superiori, prevedendo per i più piccoli un programma ad hoc per loro. Ma la formazione coinvolgerà anche gli insegnati e il personale Ata.

All’inizio “Primo soccorso a scuola” coinvolgerà le province di Trieste, Padova, Sondrio, Savona, Macerata, Perugia, Pistoia, Latina, Campobasso, Salerno, Taranto, Vibo Valentia, Sassari. Per ciascuna provincia saranno selezionate 14 classi per un totale di circa 4.500 studenti, che frequenteranno due mesi di corsi teorici e pratici. Gli operatori del 118 coadiuvati da un team di volontari si occuparanno invece della formazione nelle scuole insieme agli insegnanti e ai dirigenti scolastici. Mentre è previsto per gennaio l’esordio sul web del portale ufficiali dove trovare informazioni e materiali didattici.”

cit.(articolo estratto da “La Repubblica”, articolo del 8 Novembre 2017)

Speriamo che questa iniziativa sia di gran successo, e che presto possa essere estesa anche alle famiglie e a tutti gli organi della società, perchè in un solo istante si può fare la differenza, e con poco si può contribuire a salvare una vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *