Via San Vito, 200 - Tito

Potenza - ITALY IT

info@worldnetexchange.eu

+39 347 6996574

Project & activities

International Association

Titolo

Autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et dolore feugait

8 Marzo: giornata internazionale della donna

L’8 marzo, è la data scelta per celebrare la Giornata Internazionale della Donna.

In questa giornata, più che negli altri 364 giorni dell’anno, si focalizza l’attenzione sull’universo femminile, sia sulle conquiste sociali e politiche ottenute, ancora oggi troppo poche, ma si pone l’accento anche sull’ombra, sulle discriminazione e sulle violenze con cui molte donne, purtroppo ancora oggi, fanno i conti.

Ma perché questa ricorrenza ricade proprio l’8 marzo?  Bisogna tornare nella Russia del 1917, dove il Paese è ancora in guerra. E’ l’8 marzo del 1917, a San Pietroburgo le donne stanche e stremate dal dolore nel veder partire i propri figli e mariti si riuniscono in una grande manifestazione per chiedere la fine della guerra. I cosacchi, inviati a reprimere la protesta, decidono di non intervenire duramente. Una mossa che incoraggia altre donne a scendere in piazza.

Ma quali sono le donne che hanno fatto la storia e che ancora oggi sono degli esempi da seguire? Eccone alcune:

Emmeline Pankhurst: è la donna che ha fondato la Women’s Social and Political Union e ha combattuta la battaglia più dura in Occidente per i diritti delle donne. Se oggi le donne godono di una certa libertà è anche per merito suo.

Amelia Earhart : è stata una pioniera del volo: la prima donna pilota ad attraversare l’Atlantico in solitaria e in assoluto la prima persona ad aver sorvolato sia sull’Atlantico che sul Pacifico.

Rita Levi Montalcini: conquista nel 1986 il Nobel per la Medicina, il premio Lasker e l’elezione all’Accademia americana delle Scienze. Fonda un gruppo di lavoro a Roma presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche ed è nominata senatrice a vita.

Marie Curie: fu la prima donna ad insegnare alla prestigiosa Università Sorbona di Parigi. Vinse insieme al marito il premio Nobel per la fisica grazie agli studi sulle radiazioni. Nel 1911 vinse il Nobel per la chimica e la scoperta del radio e del polonio.

Margherita Hack: Margherita Hack è stata una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana contemporanea. Ha condotto studi importantissimi nell’ambito dell’astrofisica. Prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia, ha contribuito alla divulgazione della materia e alla ricerca con lo studio e la classificazione di diverse categorie di stelle.

Valentina Tereskova: è stata la prima donna a viaggiare nello spazio, aprendo la strada a tutte le successive donne astronauta e dando un esempio importante contro il pregiudizio di genere.

Malala Yousafzai: all’età di 11 anni ha docuemntato nel suo blog i soprusi del regime dei talebani pakistani, contrari ai diritti delle donne e la loro occupazione militare del distretto dello Swat. È la più giovane vincitrice del Premio Nobel per la pace, nota per il suo impegno per l’affermazione dei diritti civili e per il diritto all’istruzione.

Rosa Parks: è stata un’attivista statunitense figura-simbolo del movimento per i diritti civili, famosa per aver rifiutato nel 1955 di cedere il posto su un autobus a un bianco, dando così origine al boicottaggio degli autobus a Montgomery e ponendo l’accento sulla lotta per la discriminazione razziale.

admin

Lascia un commento

Facebook
Twitter
Visit Us
YouTube