Italia secondo Paese in Europa per numero di insegnanti su eTwinning

Sono oltre 60 mila i docenti italiani iscritti a eTwinning, la più grande comunità europea di gemellaggi elettronici tra scuole che dal 2005 mette in contatto insegnanti e classi per proporre metodologie didattiche innovative attraverso le tecnologie.

La partecipazione in Italia, che supera il 10% del totale in Europa, ha registrato un incremento costante negli ultimi anni sia dei docenti registrati sia dei nuovi progetti attivati.

In base ai dati diffusi dall’Unità nazionale eTwinning Indire, nel 2017 si rileva un boom di adesioni con oltre 12.500 nuovi insegnanti italiani iscritti. Tra i 36 Paesi partecipanti al Programma, l’Italia è al secondo posto per numero di docenti registrati alla piattaforma, dopo la Turchia e prima di Spagna, Francia e Polonia. Il nostro Paese presenta ritmi di crescita tra i più elevati d’Europa: le scuole italiane sono fra le più attive e numerose in termini di partecipazione, risultati e riconoscimenti.

A livello regionale, la partecipazione degli insegnanti eTwinning raggiunge picchi di attività nelle regioni più popolose: Sicilia, in primis, seguita da Campania e Lombardia.

Nel 2017, i progetti avviati sono stati 3.749. Di questi, in 2.238 casi un insegnante italiano è stato tra i membri promotori dell’iniziativa. La distribuzione dei progetti a livello territoriale vede una forte prevalenza del Sud (46%), cui fanno seguito il Nord (34%) e il Centro (20%). Il primato tra le Regioni spetta alla Puglia, con oltre 3.000 gemellaggi.

Complessivamente sono circa 20.000 i gemellaggi attivati in Italia. Le scuole registrate sono 11.000 (numero che comprende i plessi distaccati e le sedi amministrative), con una media di 3 insegnanti iscritti alla piattaforma per ciascun istituto scolastico.

In linea con la tendenza mostrata negli scorsi anni, la Francia si conferma il Paese preferito dagli eTwinner italiani per l’attivazione di progetti di collaborazione (oltre 300 nel 2017). Seguono Turchia, Spagna e Polonia. Dal 2015, è possibile anche avviare gemellaggi tra scuole dello stesso Paese, così come si possono coinvolgere partner dei Paesi eTwinning Plus: Armenia, Azerbaijan, Georgia, Moldavia, Tunisia, Ucraina e, da quest’anno, anche la Giordania.

«L’Italia – dichiara Flaminio Gallidirettore Unità nazionale eTwinning Indire – si distingue sia per i numeri della partecipazione al Programma sia sul piano della qualità delle attività proposte. Nell’edizione 2018 dei Premi europei eTwinning, il maggiore riconoscimento della community, sono stati premiati 8 docenti italiani, un dato che evidenzia le eccellenze della didattica e valorizza il lavoro svolto in tante scuole italiane».

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
Visit Us
YouTube