Via San Vito, 200 - Tito

Potenza - ITALY IT

info@worldnetexchange.eu

+39 347 6996574

Project & activities

International Association

Titolo

Autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et dolore feugait

Violenza e discriminazione, DICIAMO NO!

Un argomento che oggi fa molto discutere è senza dubbio quello della violenza sulle donne,  e quale giorno migliore di oggi per poterne parlare?

Oggi 25 Novembre è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita dall’Onu dopo il primo incontro internazionale femminista tenutosi a Bogotà(Colombia) nel 1980.

Questa giornata fu istituita in ricordo delle tre sorelle Mirabal che tentarono di liberare la Repubblica Dominicana dal regime del dittatore Rafael Leónidas Trujillo (1930-1961), e per questo furono brutalmente uccise dopo diverse torture.

Ma cosa è esattamente la violenza?

Per definizione violenza è un atto compiuto volontariamente da una persona su un’altra in modo da determinarla ad agire contro la sua volontà.

E’ solo da pochi anni che questo tema è iniziato a far notizia, e sebbene oggi se ne parli molto, non esistono politiche in contrasto a questa o progetti di sensibilizzazione e formazione.

In Italia i primi centri antiviolenza sono nati alla fine degli anni novanta ad opera di associazioni di donne, ma ancora oggi ci sono centinaia di donne che vengono violentate, picchiate, sfregiate e uccise a volte anche per dei motivi banalissimi.

Ma violenza è sia maschile che femminile.

Tanti sono i casi in cui anche agli uomini viene fatta violenza che sia fisica o psicologica.

Ogni tipo di violenza è sbagliata e alla base di un quieto vivere e di una corretta civilizzazione ci deve essere rispetto per tutti, donne e uomini che siano in qualsiasi nazione e con culture diverse.

In un mondo evoluto come quello dei nostri giorni non è più concepibile sentir ancora parlare di bullismo, discriminazione raziale, pedofilia e omicidi di donne e uomini.

Partire fin da subito a sensibilizzare i ragazzi non è sbagliato, e noi attraverso i progetti di scambio cerchiamo di instaurare in loro rapporti di amicizia e rispetto nei confronti di tutti, ma questo tipo di sensibilizzazione dovrebbe partire dalle famiglie e dalle scuole.

La discriminazione e la violenza non devono essere più accettate e speriamo che presto, questo messaggio possa arrivare a tutti, nel frattempo noi DICIAMO NO!

 

tweet erasmus +

admin

Lascia un commento

Facebook
Twitter
Visit Us
YouTube